Tutorial su come creare una palette colori con Coolors. Articolo dal blog di Marianna Milione

Come creare una palette colori con Coolors

Oggi ti mostro come, in pochi semplici passaggi, puoi creare la tua palette colori usando Coolors.
Ma prima di iniziare, hai realizzato la tua tavola di ispirazione? Perchè non puoi creare una palette colori così, da nulla. O peggio ancora pensando di usare i colori che ti piacciono di più. Ricorda che la palette colori è uno strumento fondamentale della tua immagine coordinata e che ti permetterà di comunicare al meglio l’identità della tua attività.
Bene, le immagini le hai raccolte, la tavola di ispirazione (moodboard) l’hai realizzata, ora non ti resta che creare le palette colori. Ma come fare? Il mio consiglio è di usare Coolors. Credo che sia uno degli strumenti più completi e semplici che si trovano in giro. Vediamo come si usa!

Welcome to Coolors

Tutorial su come creare una palette colori con Coolors. Articolo dal blog di Marianna Milione

Come ti dicevo, Coolors è uno dei tanti strumenti che puoi trovare online che si occupano del colore ma è quello che preferisco. Ti permette di scegliere fino a 5 colori, di modificarli sia uno per volta che tutti insieme, di salvare la tua palette colori e di condividerla. Il tutto gratuitamente. E, nonostante il nome anglofono – cool + colors – Coolors è tutto italiano: è frutto della mente di Fabrizio Bianchi, sviluppatore web.

Quando vai sul sito di Coolors.co la prima cosa che leggi è “The super fast color schemes generator” – il generatore di schemi colore super veloce. Ed è vero! Lo sai che basta usare la barra spaziatrice per avere infine combinazioni di colore? Forte, vero? Bene, ora che ti sei divertit* vediamo come fare una palette colori ad hoc per te.

Seleziona i colori

Clicca sul pulsante azzurro “Start the generator, it’s free!”: la prima cosa che vedrai sarà una palette casuale. Potresti iniziare a modificare i colori già presenti ma fermati! È arrivato il momento di usare il moodboard.
Clicca sul simbolo della macchina fotografica per caricare l’immagine del tuo moodboard. Una volta caricata, il sito ti mostrerà sia l’immagine che una palette colori generata automaticamente. Mi raccomando, non usare questa palette colori! Non perchè in assoluto sia sbagliata ma, dopo tutto il lavoro che hai fatto per la selezione delle immagini, l’ultima cosa che vuoi è far scegliere la palette ad una macchina. Quindi scegli tu i colori più adatti – qui qualche mio consiglio su come sceglierli. Seleziona il colore che vuoi modificare e scegli il nuovo cliccando sull’immagine; tenendo premuto si attiverà uno zoom che ti consentirà di selezionare il colore in maniera più precisa. Ripeti questa operazione per i cinque colori e poi clicca su ok.
Finito? Non proprio.

Come creare una palette colori con Coolors, tutorial su come caricare un'immagine e scegliere i colori. Articolo dal blog di Marianna Milione

Click/tap sull’immagine per ingrandire

Trova la nuance perfetta

Ora che hai scelto i colori ti troverai di fronte alla palette ma, vista a tutto schermo, alcuni colori potrebbero non essere ancora quelli perfetti e quindi devi modificarli.
Lo puoi fare in due modi: scegliendo una sfumatura diversa del colore cliccando sulla prima icona (alternative shades) oppure puoi modificarlo completamente cliccando sulla terza icona (adjust).
Con la modifica “alternative shades” puoi scegliere tra ben 21 sfumature dello stesso colore, dal più chiaro al più scuro.
Riguardo la modifica “adjust”, ti suggerisco di usare il modello HSB. HSB vuol dire Hue (tinta) Saturation (saturazione) Brightness (luminosità). Con il primo puoi cambiare il colore, con il secondo l’intensità del colore (a saturazione bassa corrisponde un colore più grigio, più spento), e con il terzo puoi avere un colore più chiaro o più scuro.
Ti assicuro che sarà più semplice gestire il colore con il modello HSB, ma potresti provare anche con gli altri. Ad esempio con il modello CMYK sarà un po’ come tornare bambini quando si creava il colore con le tempere.

Come creare una palette colori con Coolors, tutorial su come modificare un colore. Articolo dal blog di Marianna Milione

Click/tap sull’immagine per ingrandire

Sposta, aggiusta, calibra

Per trovare l’armonia perfetta tra i colori prova a spostarli e a invertirli di posizione. Lo puoi fare cliccando e trascinando sull’icona “drag”, quella con le due frecce. In questo modo saprai se tutti i colori insieme funzionano bene. Fai ancora qualche accorgimento se necessario e quando trovi il colore perfetto bloccalo cliccando sul lucchetto così non rischi di perdere tutto il lavoro fatto.
Una volta definita la palette, puoi fare ulteriori aggiustamenti su tutti i colori mantenendo l’armonia creata. C’è un’icona in alto a destra, il cerchio metà bianco e metà nero. È l’ “adjust palette” e ti permette di fare delle modifiche generali a tutta la palette. Sblocca tutti i colori e fai delle prove modificando la tinta, la saturazione, la luminosità e la temperatura. Per i primi vedi la spiegazione sopra, mentre per la temperatura te la spiego subito. Riguarda la tonalità del colore: a temperature basse corrispondono colori freddi, più blu, mentre a temperature alte corrispondono colori caldi, più gialli. Proprio come la temperatura meteorologica!
Puoi fare un’ulteriore modifica cambiando la luminosità generale della palette grazie all’icona “toggle alternative shades” sempre in alto a destra. E c’è anche un piccolo aiuto per chi ha problemi visivi: cliccando sull’icona a forma di occhio “color blindness” è possibile selezionare una delle patologie elencate per sapere come vengono visti i colori da chi soffre, ad esempio, di daltonismo.

Come creare una palette colori con Coolors, tutorial su come modificare la palette. Articolo dal blog di Marianna Milione

Click/tap sull’immagine per ingrandire

Salva la tua palette

Soddisfatt* della palette colori creata? Bene, è ora di salvare il lavoro fatto. Puoi farlo creando un’account e salvando la palette online oppure puoi esportarla. Hai a disposizione diversi formati, scegli quello più adatto a te. Io ad esempio l’ho esportata come immagine e salvata su Pinterest nella bacheca segreta dedicata alla mia attività. Così posso recuperare il codice dei colori ogni volta che ne ho bisogno.
A proposito di codici, ho un paio di cose da aggiungere. Quando salvi la palette come immagine, su ogni colore sarà scritto il codice esadecimale. È un codice di sei cifre usato dai principali strumenti di grafica. Ma se hai bisogno di sapere quali sono i valori negli altri modelli puoi recuperali facilmente sempre su Coolors. Clicca sull’icona “adjust” e seleziona il modello che ti interessa (RGB per il digitale, CMYK per la stampa) per sapere i valori del colore selezionato. In più, se clicchi su “Set” ti vengono forniti anche i valori per tre brand: Pantone, Copic® e Prismacolor®. In realtà il colore non sarà identico ma sicuramente sarà quello più simile rispetto alla gamma cromatica offerta dai brand.
E per finire, Coolors ti indica anche il nome del colore! Una vera chicca soprattutto per chi, come me, ha a che fare con i colori tutti i giorni e molte volte ha bisogno di chiamarli in qualche modo.

Come creare una palette colori con Coolors, tutorial su come esportare la palette. Articolo dal blog di Marianna Milione

Click/tap sull’immagine per ingrandire

Ora mi credi perché Coolors è il mio preferito? E tu, lo conoscevi già?