| Biglietto da visita

Foglio di cartoncino stampato, di piccole dimensioni, con il tuo nome e tutte le informazioni utili su di te e la tua attività. Il biglietto da visita è quella classica cosa di grafica di cui ne stampi a centinaia – e te me ritrovi altrettanti sparsi nei cassetti. Serve a lasciare i propri contatti alle persone che incontri ed è un ottimo modo per dare una prima buona impressione.

Tra le cose importanti da inserire ci sono: il logo, il nome e cognome, il nome dell’attività (se diverso), cosa fai, almeno un tuo contatto (numero di telefono, email) e dove possono trovarti (sito web, indirizzo, social). Altre cose che potresti inserire: P. IVA, FAX e tutto ciò che ritieni importante far sapere a chi riceve il tuo biglietto da visita.
Se non sai cosa scrivere, pensa dove vuoi davvero portare le persone quando vogliono più informazioni su di te.

Ne esistono in diversi formati (rettangolare, quadrato, tondo, piegato, con angoli arrotondati) e in tanti materiali (cartoncino, metallo, plastica, legno). Può essere stampato su entrambi i lati o su uno solo, può essere minimal o coloratissimo e avere effetti particolari di stampa (scritte in rilievo o metalliche, bordi colorati).

Un biglietto da visita deve essere facile da leggere, quindi no a scritte troppo piccole o a troppe informazioni. Preferisci i cartoncini spessi: una carta troppo sottile si rovina facilmente e viene percepita come di valore scadente. Ricorda che gli effetti di stampa aumentano il pregio del biglietto da visita – lo sai che alcuni li conservano solo perché belli? – ma non esagerare!

 

Category
Dizionario di grafica