Articolo sulle app per la grafica, le mie preferite, dal blog di Marianna Milione

App per la grafica, le mie preferite

Da poco più di un mese  ho deciso di trasformare il blog in un luogo dove parlare di grafica a chi non è un grafico. Va bene scrivere di immagine coordinata e quanto c’è di più correlato, ma non posso trascurare gli strumenti per fare grafica. Perciò oggi ti parlo di app per fare grafica, le mie preferite e perchè mi piacciono. È una piccola carrellata in cui descrivo le  loro principali funzionalità così puoi capire quale è fatta per te.

Unfold

Unfold è un’app che ti permette di impaginare contenuti per le stories di Instagram scegliendo tra i numerosi template proposti free e a pagamento. Disponibile sia per IOS e Android, la riconosci facilmente grazie al suo stile minimal e ai suoi template legati al mondo della fotografia e della carta.

Nella versione che uso io (per Android) attualmente sono disponibili 5 pacchetti. CS1, CS2 e CS3 – quelli che utilizzo di più – sono template grafici dove la foto spesso è accompagnata da poche righe di testo. Il pacchetto FF1 riprende la fotografia analogica, ovvero le foto sono impaginate come se fossero delle polaroid o delle diapositive; RP1 impagina le immagini aggiungendo bordi strappati, texture e piegature tipiche della carta.
È disponibile anche una raccolta di font: non sono molti ma sono più che sufficienti – c’è quello più classico e quello più moderno, senza dimenticare gli handwritting. E oltre a foto e testo, l’app ti consente di impaginare anche i video.
Io la trovo perfetta se hai una rubrica su stories e quindi hai bisogno di un template base dove poter sostituire velocemente i contenuti. Io ad esempio la uso quando pubblico un articolo e voglio spiegare in pochi passi di cosa tratta.

Mi piace perchè: semplice e veloce, non ha troppi fronzoli e la trovo utilissima quando devo impaginare qualcosa al volo.

È fatta per te se: vuoi avere delle stories curate ed eleganti in poco tempo.

Canva

Credo una delle più conosciute del settore, Canva nasce prima come piattaforma web e successivamente come app per IOS e Android. È utilizzata da milioni di utenti grazie alla sua semplicità e versatilità nel creare grafiche anche per chi non è un professionista

Uno dei punti forte di Canva è l’immensa raccolta di progetti modificabili: che tu abbia bisogno di una grafica per i social o una presentazione aziendale,c’è l’imbarazzo della scelta. Ma oltre a rendere quasi un gioco da ragazzi realizzare in poco tempo una grafica, puoi anche modificare le foto con filtri e strumenti di editing e scegliere i font da una fornita selezione. Se l’offerta gratuita è più che sufficiente, quella a pagamento ti stupirà. A completare la versatilità di questa app anche la possibilità di utilizzare foto e illustrazioni disponibili nel loro catalogo.
La ciliegina sulla torta? La possibilità di definire il proprio marchio ovvero dire a Canva qual è il tuo logo, la tua palette colori, i font scelti. Ogni qual volta vorrai creare una grafica, Canva ti ricorderà le caratteristiche del tuo marchio e tu non dovrai far altro che inserire i contenuti. Questa funzione è a pagamento ma se pensi di non poter fare a meno di questa app, vale la pena investirci.

Mi piace perchè: posso iniziare un progetto sullo smartphone e continuarlo al computer, o viceversa.

È fatta per te se: hai bisogno di creare in autonomia diverse grafiche per la tua attività, dal biglietto da visita alle presentazioni.

 Adobe Comp CC

Adobe Comp CC tra le tre è l’unica app che forse si rivolge di più ai professionisti che non a chi è alle prime armi. Pensata per poter elaborare contenuti sia per il web che cartacei, dialoga con le librerie e i principali software dell’Adobe (Photoshop, Illustrator, InDesign) ed è scaricabile su tutti i dispositivi.  È gratuita iscrivendosi ad Adobe Creative Cloud, ma per poterla sfruttare al massimo è necessario avere un abbonamento ai software per desktop.

Ho scaricato diverse app dell’Adobe ma fin’ora questa è quella che trovo più adatta a chi vuole spingersi un po’ più in là dei layout già pronti. Al primo approccio può sembrare un po’ macchinosa ma una volta capiti i principali strumenti non sarà poi così difficile utilizzarla. La gestione dei contenuti (foto, testi, figure) è davvero approfondita e le guide sensibili sono davvero di aiuto quando c’è bisogno di fare degli allineamenti. Inoltre puoi anche abbozzare aree di testo e figure con le dita, l’app le riconoscerà e le trasformerà in grafica.
Se le altre app erano più intuitive, per questa i tutorial sono quasi d’obbligo.

Mi piace perchè: ritrovo la familiarità che ho con i software che uso tutti i giorni.

È fatta per te se: cerchi un’app più professionale e vuoi un foglio bianco su cui partire.